Pepper il robot che comunica con le emozioni

La giapponese Softbank, Azienda che opera nel settore delle telecomunicazioni, ha presentato Pepper.

Pepper è un robot di ultima generazione, questo robot è stato creato per aiutare l’uomo in vari compiti come ad esempio, l’assistenza ad anziani e malati, per l’intrattenimento di bambini ed adulti, adeguatamente istruito può svolgere compiti di commesso o assistenza alla clientela in un negozio, infatti, un prototipo di questi robot sarà addetto a servire i clienti in uno dei punti vendita della stessa Softbank in Giappone.

pepper

Pepper ha la capacità di riconoscere le emozioni umane, riconosce lo stato d’animo della persona che ha di fronte e comunica con la persona proprio in base allo stato d’animo percepito, utilizzando sia la parola che il linguaggio del corpo.

Certamente è incredibile la capacità di questo robot,  quella di percepire e riconosce le emozioni delle persone e interagire basandosi su queste emozioni, le funzionalità di questo robot possono essere aggiornate o installarne di nuove rendendo Pepper sempre più intelligente.

Da quello che si è appreso i robot hanno una rete Wi-Fi integrata e comunicano tramite internet con un sistema di server  dove memorizzano le loro esperienze fatte di bit creando un unica banca dati dove ogni Pepper potrà attingere dalle esperienze di altri suoi simili e memorizzarne di nuove a beneficio di altri.

Facile immaginare lo sviluppo che potrà avere questa tecnologia in un futuro neanche tanto lontano e soprattutto considerando il prezzo di questa chicca tecnologica, in Euro viene a costare sui 1.500,00 euro.

I campi di utilizzo sono molteplici, si va, come già detto, dall’assistenza ai malati e agli anziani, in pratica delle badanti elettroniche, come baby sitter, commessi di negozio, camerieri di ristoranti, i lavori che potrà fare sono tanti e certamente sarà economicamente più conveniente avere uno di questi robot che personale umano, viene da pensare che l’attuale crisi lavoro sia ben lontana dall’essere risolta.

Il mondo sta cambiando e anche il futuro cambia, sempre più rapidamente.

Lascia un commento